Capitolo 27: Malizia – Parte Quinta

Solo allora Lan WangJi si girò di nuovo verso di lui, senza guardarlo direttamente. A quella vista, Wei WuXian sbatté le palpebre. Voleva prenderlo in giro per qualche motivo. Proprio mentre stava per farlo, si sentì un rumore assordante provenire improvvisamente dalla scrivania.

Entrambi si alzarono per guardare. Le tazze da tè e la teiera caddero in terra e si ruppero. C’era un Borsello Qiankun tra i frammenti bianchi di porcellana e il tè che si era versato. Questo si stava dimenando, come se qualcosa fosse intrappolato al suo interno, desideroso di uscire.

Sebbene il Borsello Qiankun fosse solo delle dimensioni di un pugno, era fatto appositamente per riporvi oggetti. Degli incantesimi complessi erano cuciti sia all’interno che all’esterno, per garantire una chiusura più efficace.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...